Ferro Gomme S.n.c.


Consigli Utili

Verificare lo stato di usura dei pneumatici

La profondità della scultura deve essere verificata regolarmente. Il codice della strada prescrive che lo spessore minimo degli intagli del battistrada (profondità scultura) dei pneumatici sia di 1,6 mm per autoveicoli, di 1 mm per motocicli e di 0,5 mm per ciclomotori. I pneumatici hanno dei testimoni di usura che indicano all’automobilista se sono vicini o meno al limite di usura. Gli indicatori d’usura nelle coperture Michelin appaiono sul battistrada sotto forma di barrette trasversali lisce quando la profondità è appunto di 1,6 mm (per gli autoveicoli). Il posizionamento di tal barrette viene indicato da un Bibendum (omino Michelin) in rilievo posizionato nella zona fianco-sommità delle coperture stesse. A profondità scultura ridotta si riduce la capacità di aderenza su fondi scivolosi. In caso di sostituzione di due pneumatici e per un miglior comportamento del veicolo è preferibile montare i pneumatici nuovi o meno usurati all’asse posteriore.
Tale documento ha carattere informativo, divulgativo e non esaustivo della totalità delle problematiche riguardanti il corretto impiego dei pneumatici.


Verificare regolarmente la pressione dei pneumatici

È importante attenersi ai valori di pressione prescritti dal costruttore del veicolo che sono riportati sul libretto di uso e manutenzione. Pressioni insufficienti sono all’origine di:

  • surriscaldamenti e quindi danneggiamenti del pneumatico
  • scarsa sicurezza di guida per alterato comportamento del veicolo
  • consumi rapidi ed irregolari
  • aumento del consumo di carburante

È necessario verificare le pressioni almeno una volta al mese senza dimenticare la ruota di scorta. Queste verifiche devono essere effettuate a freddo perché la pressione aumenta durante l’impiego (riscaldamento). In caso di controllo a caldo tenere conto di un incremento di almeno 0,3 bar. Ricordarsi di non sgonfiare mai i pneumatici caldi.
Tale documento ha carattere informativo, divulgativo e non esaustivo della totalità delle problematiche riguardanti il corretto impiego dei pneumatici.


Verificare l’integrità dei pneumatici

È necessario verificare regolarmente i pneumatici di un veicolo prestando particolare attenzione all’esame di:

  • Battistrada per scoprire eventuali usure anomale, tagli, deformazioni locali e/o corpi estranei
  • Fianchi per individuare eventuali tagli, screpolature, strappi

Anche le cause di anomalie meccaniche (forti vibrazioni, tiraggi a sinistra o destra, etc) devono essere ricercate con sollecitudine.
Tale documento ha carattere informativo, divulgativo e non esaustivo della totalità delle problematiche riguardanti il corretto impiego dei pneumatici.


Verificare la conformità dei pneumatici alla carta di circolazione

La misura dei pneumatici, indicata sulla carta di circolazione, è stabilita dal costruttore del veicolo e dal fabbricante di pneumatici tenendo conto di tutti gli aspetti di funzionamento; per questo motivo è obbligatorio attenervisi.
Tale documento ha carattere informativo, divulgativo e non esaustivo della totalità delle problematiche riguardanti il corretto impiego dei pneumatici.


L’intervento del rivenditore specialista

Si raccomanda che ogni utilizzatore, oltre ad ispezionare regolarmente i pneumatici e a controllarne la pressione, li faccia verificare periodicamente da un Rivenditore specialista.
Dopo 5 anni di uso dei pneumatici, queste ispezioni dovrebbero essere effettuate almeno una volta l’anno.
Si raccomanda inoltre, per precauzione, di sostituire tutti i pneumatici dopo 10 anni dalla data di fabbricazione, ruote di scorta comprese.
Questo, indipendentemente dal loro impiego, dal loro grado di usura e dal loro aspetto apparente.
Tale documento ha carattere informativo, divulgativo e non esaustivo della totalità delle problematiche riguardanti il corretto impiego dei pneumatici.


Data di fabbricazione del pneumatico